Beppe Stasi

“In genere uso tutto quello che è acqua: acrilici, acquerelli, olio diluito e faccio dialogare la materia con il sapone”

Trittico, Miriana Pistillo

“Il trittico è un evolversi ‘a ritroso’, dal risultato finale alla sua causa primitiva rappresentata dagli stracci che l’hanno generato.”

Luana De Franco

“Penso che la purezza sia ciò che manchi al contemporaneo, quindi mi sembra giusto e il caso di restituirla”

Jessica Lo Bianco

“Lev tolstoj diceva che  l’arte è un’attività umana che possiede come propri scopi la trasmissione alle altre persone dei più alti e migliori sentimenti al quale l’uomo sia mai arrivato. Ecco, questo è quello che voglio comunicare.”

Alba Rebustini

“Questa passione nasce dall’empatia che provo verso i sentimenti puri”

Simone Paccini

“Uso la fotografia per raccontare delle storie, le mie storie”

Barbara Vaccalluzzo

“I disegni che faccio sono delle radiografie dei miei pensieri, spesso confusi, affollati, asfissianti e quasi mai ordinati”

Silvia Poropat

“Mi soffermo molto sulla stranezza che ad oggi ha sostituito i classici canoni di bellezza.”

Orazio di Maria

Il ragazzo che ha saputo fare di ago e filo la sua principale sperimentazione artistica

Samuele Stazi

“Parlo di bellezza come di un’ essenza effimera che mi porta a riflettere sull’ossessione erotica e il desiderio di bellezza che spesso porta alla perdizione”