Vito Gara

­­

Quello che mi accingo a fare è analizzare la relazione tra l’uomo e la natura. Cerco di comprendere l’impatto che le nostre azioni hanno su ciò che ci circonda, mai come adesso con risultati così determinanti.

Vito Gara, classe ’92, è uno studente dell’ Accademia di Belle Arti di Roma, attualmente frequenta un biennio in “Scultura e nuove tecnologie applicate alla scultura e allo spazio”. Sicuramente l’infanzia del ragazzo è fondamentale per capire il suo linguaggio artistico. Sin da piccolo è a contatto con il lavoro del padre, un ceramista, e questo lo porterà ad interessarsi alla modellazione della materia. Non stupisce quindi che Vito, una volta conseguiti gli studi liceali, sceglierà di fare un triennio proprio in scultura.

La sua attenzione per la materia nel senso più ampio del termine lo spinge subito ad abbandonare la visione classica/accademica della scultura per far posto ad una sperimentazione sicuramente più contemporanea e interessante. Quello che fa Vito è entrare nell’ottica che l’arte sia un linguaggio universale, un lingua parlata dall’artista per il pubblico e che la scelta del materiale, e la sua conseguente modellazione, sia la scelta dell’ “alfabeto” con cui dialogare. Per questo il ragazzo non si focalizza sull’ utilizzo di un singolo composto, ma è sempre impegnato nella sperimentazione e nella comprensione di sostanze estremamente differenti. In un primo momento lo vediamo impegnato nell’ uso dei materiali più comuni tra cui ferro, gesso, argilla, legno ma ben presto passerà a materiali più complessi sia nel dialogo che nell’utilizzo tra cui schiume poliuretaniche, plexiglass, stampe fotografiche e via dicendo

Il modus operandi di Vito Gara è estremamente interessante per capire la sua figura sia da un punto di vista artistico che da un punto di vista umano. Il ragazzo è in costante dialogo con la natura, la sua volontà è quella di indagare empiricamente il rapporto che esiste tra natura e uomo. Un rapporto però estremamente contemporaneo, una sorta di analisi delle conseguenze che le azioni dell’ uomo hanno sul naturale, tutto in un ottica flebile e innovativa. Il suo approccio con i materiali per cui è prima di tutto emotivo, il ragazzo cerca di creare una sorta di legame tra lui e il composto preso in considerazione, prima della successiva modellazione. In un secondo momento l’artista è impegnato a capire le potenzialità di linguaggio di quella materia e “che cosa” è possibile dire attraverso la modellazione. Solo dopo questa fase preliminare inizierà a lavorare. Il risultato finale per cui non è un semplice oggetto da esposizione, è un opera solida e complessa

La straordinarietà di Vito è proprio in questo rapporto emozionale tra artista e materia, è nella sua solida convinzione che l’arte sia un linguaggio universale, un processo alchemico volto ad instaurare un rapporto molto sottile tra opera e pubblico. Le sue opere hanno una componente politica non indifferente. La sua volontà di sensibilizzazione su temi naturalistici la ritroviamo in un ottica innovativa e interessante nei suoi lavori, ed è proprio questa la potenzialità delle sue opere.

 

Nicolò Savi

 

 

Mostre e Partecipazioni:

2015: “Festival del Verde e del Paesaggio” presso Auditorium Parco della Musica di Roma, a cura di Valerio Rivosecchi.

2017: “UNO” presso la galleria SpazioELLE a Castel Gandolfo, a cura di Domenico Cornacchione.

2017: “REGINAVIARUM – dal centro alla periferia” nel Complesso dell’Ex Cartiera Latina – Sala Nagasawa a Roma.

2017: Esposizione presso la stazione metro Cavour a Roma, per un progetto di ATAC “Art Stop Monti” in collaborazione con Nufactory.

2017: “Forse un mattino andando in un’aria di vetro” presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, in occasione di RAW, a cura di Helga Marsala e Gabriele Simongini.

2017: “IL MIO COLORE PREFERITO NON E’ IL ROSSO” presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, a cura di Generazione H.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...