Jessica Lo Bianco

“Lev tolstoj diceva che  l’arte è un’attività umana che possiede come propri scopi la trasmissione alle altre persone dei più alti e migliori sentimenti al quale l’uomo sia mai arrivato. Ecco, questo è quello che voglio comunicare.”

Devozione, sentimento e continua sperimentazione sono gli stimoli che guidano Jessica Lo Bianco, classe ’95, studentessa di Pittura all’ Accademia di Belle Arti di Roma, verso un personale linguaggio artistico. L’ attenzione verso le pratiche artistiche nasce fin da bambina. Accompagnata dalla sua famiglia, in particolare dal papà, Jessica si insinua in un mondo fatto di pennelli, colori e tele in cui troverà presto un angolo di rifugio.
Un linguaggio che esprime fluidità ed emozione è quello scelto da Jessica che, imprimendo acrilici ed oli sulle tele, grafite ed acquerelli nel disegno, ci accompagna e travolge attraverso la consapevolezza di quello che l’arte può suscitare nell’ uomo. I suoi supporti sono la tela e il legno, si serve maggiormente dei pigmenti anche se non esclude la possibilità di materiali altri. La sabbia, ad esempio, è uno dei primi materiali a cui si avvicina perchè grazie alla sua granulosità, se inserita sulla tela, dona ai soggetti rappresentati, forme e spessori diversi.

La ragazza, ancora in fase accademica, si concede la libertà di conoscere ed assaporare i gusti che solo diverse sperimentazioni offrono e, seppur preferendo la rappresentazione di corpi nudi e in movimento, non esclude nuovi temi. E’ proprio l’osservazione e l’apertura verso nuove ispirazioni a tendere il filo conduttore della sua crescita artistica.
“ L’arte è un’attività umana che possiede come propri scopi la trasmissione alle altre persone dei più alti e migliori sentimenti al quale l’uomo sia mai arrivato”; citando Tolstoj la giovane artista, ci lascia i presupposti da cui partire per la lettura delle sue opere.

Le pennellate fluide, corpose ma allo stesso tempo leggiadre si muovono in uno spazio buio e indefinito come le piccole sensazioni umane fanno nel mondo esterno. Questa esperienza si ripete continuamente e le permette di raggiungere la consapevolezza di poter comunicare ciò che prova o ciò che all’ osservatore vuole far provare .
“ L’arte minimizza i tuoi problemi, li esorcizza” ci rivela la Lo Bianco, “io voglio suggerire al mondo la mia via di fuga in un’infinita grandezza che è l’Arte. Il resto lo lascio a voi”.

Beatrice Di Giovanni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...