Francesca Folchi

“Fin da piccola vedevo in una superficie lo spazio più congeniale dove dare forma a qualcosa che desiderava poter nascere.”

Oggi HideArt ha incontrato Francesca Folchi, pittrice classe ‘96. “Mi è sempre venuto spontaneo cercare di esprimere la “sintesi fantastica” a cui è soggetta la realtà”. Pensiero che per Francesca viene confermato nella teoria Platonica secondo cui l’arte è mimesi; tema che ha potuto sviluppare durante gli studi nel dipartimento di Pittura dell’Accademia di Belle Arti di Roma. Francesca è convinta che la scelta della tecnica basta a sé stessa, proprio per questo, per esprimersi nel miglior modo, si basa sull’idea di progetto che nasce nella sua mente.

Francesca predilige il disegno, le tecniche ad acqua, e i colori a olio. “Il disegno è lo strumento tecnico più naturale per chi è attratto da quella “sintesi fantastica”, mentre nelle tecniche ad acqua cerco di sperimentare un’emotività più libera. L’olio ritengo sia una sorta di sintesi tra disegno e colore, è una sfida continua cimentarmi in questa tecnica e sento che sta seguendo di pari passo la mia crescita interiore.” Al momento Francesca cerca di portare avanti nei suoi lavori la ricerca di cui parlavamo, rispettando però le varie differenze espressive di ogni tecnica artistica. “Se uso l’acquerello cerco di non usare il segno dell’acquaforte e nell’acquaforte il segno del disegno.”

Francesca è convinta che l’arte esprima bellezza. è persuasa che avere un pensiero troppo ermetico allontani la responsabilità di cercare un punto di contatto fra il mondo dell’artista e quello di cui fruisce.  L’artista dice di vedere l’anima dello spettatore come un vaso vuoto, che può essere riempito fino a raggiungere il piacere gratificante della bellezza. Solo a questo punto si raggiunge un silenzio particolare che è sia pienezza che vuoto.  “Punto a rendere il silenzio, figlio della bellezza”.

Francesca è un artista molto preparata, avere un saldo pensiero permette di poter lavorare con maggior fermento e comunicare al prossimo in maniera più diretta. Per Francesca l’arte è anche parola, e allora cercate di perdervi per un attimo all’interno del suo mondo. Ne resterete ammaliati.

 

Enea Fiorucci

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...